Corsi Continuati MMA

Un grande inizio di stagione al Martial Arts Lab con i nuovi corsi di Arti Marziali Miste presso la sede di Feletto Umberto di Via Cadore.
PRENOTA LA TUA LEZIONE DI PROVA AL 3405762854

Gli allenamenti sono strutturati su 6 giorni su 7 così composti:
Lunedì con Orario 20:00 – 22:00 Studio della lotta a terra senza Ji Ground and pound Brazilian Jiujitsu
Martedì con Orario 20:00 – 22:00 Studio colpi in piedi, Tecniche di Braccia e Tecniche di calcio. Studio degli atterramenti. SANDA
Mercoledì 18:30 – 20:30 Studio della lotta a terra e Grappling Brazilian Jiujitsu
Giovedì 18:30 . 20:30 Lotta con Ji (kimono) Brazilian Jiujitsu.
Venerdì 20:00 – 22:00 Sparring e condizionamento in piedi e proiezioni . SANDA
Sabato 10:00 – 12:00 Sparring OPEN MAT (AGONISTI). Combattimento in piedi e a terra con e senza colpi.

IL BRAZILIAN JIUJITSU (INSEGNANTE IVAN GAZZOLI BRONZO 2015 CAMPIONATI MONDIALI BRAZILIAN JIUJITSU)
Il brazilian jiu jitsu è una disciplina che studia la lotta corpo a corpo ed in particolare lo sviluppo che ne deriva al suolo. Ha le sue radici nel  jūjutsu giapponese, dal quale sin dai primi anni del secolo scorso si è lentamente distaccato, evolvendosi in forma meno tradizionale, ma sicuramente molto efficace, con particolare finalità volta all’approfondimento di tecniche utili  nei combattimenti senza regole.
Il brazilian jiu jitsu (e la sua forma più estrema, il vale tudo) è stato reso famoso da Royce Gracie nelle prime edizioni dell’UFC (torneo di vale tudo di fama mondiale) agli inizi degli anni ’90. Royce fu sicuramente il primo lottatore di Bjj a farsi conoscere anche dai “non addetti”, grazie al luogo in cui si svolgevano i primi tornei di vale tudo: gli USA. La diffusione immediata via Pay TV e l’incredibile e rivoluzionario metodo di sopraffazione dell’avversario, anche se molto più grosso, grazie all’immediato approccio con il corpo a corpo e successivo trascinamento al suolo con finalizzazioni di ogni tipo come triangoli, chiavi di braccio e soffocamenti, RIVOLUZIONO’, è il caso di dirlo, IL MONDO DELLE ARTI MARZIALI MODERNE.

IL SANDA MAESTRO FRANCESCO CALLEGARI

Conosciuto anche come Kick Boxing Cinese il Sanda ha una tradizione storica di combattimento antica. Tradizione voleva che i maestri di arti marziali si contendessero sopra un “LEITAI” (l’area di combattimento rialzata, dove si combatteva: “un ring senza corde”) per dimostrare chi fosse il migliore. Il Sanda o Sanshou non è da meno della sua cugina thai Boxe o K1 ma con meno visibilità a causa della poca visibilità che i media gli danno. Ma sempre più spesso si vedono  atleti che combattono in serate di galà e da un paio di anni viene trasmessa nei canali media un reality Sanda VS Thai (a quest’ultima edizione ha potuto partecipare con incontri svolti a Lecce una nostra atleta che potremo vedere a novembre sui canali mediaset).